Quanto ne sai davvero sul glutine? Guarda il video!

glutenfreepizza

L’Italia, a causa del tipo di dieta ricchissima di derivati del frumento, è uno dei Paesi con più casi di celiachia in Europa: ben 175.000 celiaci diagnosticati e le stime parlano di circa 450.000 celiaci non diagnosticati. Persone, cioè, che sono celiache o intolleranti al glutine ma non sanno di esserlo e, magari, sono portati a pensare che disturbi quali gonfiore addominale, difficoltà digestive, dermatiti, dimagrimento, scarsa vitalità e senso di pesantezza dopo i pasti siano da attribuire ad altre cause.

Il glutine è una componente proteica naturalmente presente nel frumento e in altri cereali e, di conseguenza, in tantissimi alimenti che compongono la nostra dieta: farina, pane, pasta, pizza, biscotti ed in genere tutti i prodotti da forno. Viene anche utilizzato nell’industria alimentare come “collante” per tenere insieme gli ingredienti; lo si trova infatti in diversi cibi quali zuppe, sughi pronti, cioccolato, ecc. Forse proprio a causa di questo abuso nell’utilizzo del glutine, abbiamo sviluppato disturbi correlati al consumo di questo composto quali allergia al frumento, intolleranza permanente al glutine (la “famosa” celiachia) o la cosiddetta sensibilità al glutine non celiaca. Non raramente alla celiachia sono associate malattie quali diabete, artrite reumatoide, epatite cronica attiva, alterazioni della tiroide e dermatite erpetiforme.

La celiachia e l’allergia al grano sono riconoscibili da meccanismi di reazione autoimmuni o allergici e quindi facili da diagnosticare. Per la sensibilità al glutine non esiste ancora un iter diagnostico standard: i vari casi vanno valutati singolarmente.

Eliminare il glutine dalla propria dieta definitivamente, o anche solo temporaneamente, può apportare benefici anche a chi non è celiaco o non presenta intolleranze a questa lipoproteina. Sia che tu abbia il sospetto di essere intollerante, sia che tu voglia provare ad eliminare il glutine per migliorare la tua salute, il consiglio è quello di rivolgersi ad un medico.

Guarda questo breve video che ci spiega cos’è il glutine, i sintomi che provoca a chi ne è sensibile e come fare per continuare a mangiare pizza, pasta, pane e compagnia bella evitando disturbi e fastidi.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone